blog di Alberto Grandi
Uncategorized

Tommi Lontano e l’importanza della leggibilità2 min read

6 Maggio 2017 2 min read

author:

Tommi Lontano e l’importanza della leggibilità2 min read

Reading Time: 2 minutes

Oggi facevo un giro su Penne Matte alla ricerca di un buon racconto da leggere. Molte opere hanno attirato la mia attenzione con il loro titolo e con la loro sinossi, tuttavia però ho rinunciato all’impresa di leggerle a causa della difficoltà che ho col formato Pdf.
Personalmente, quando procedo alla scelta di un racconto sul sito, così come quando mi decido ad acquistare un libro che non conosco ma che per qualche motivo mi attrae, ne leggo subito titolo e sinossi, do un’occhiata a com’è scritto e infine ne valuto la forma visiva, l’editing della pagina, la sua leggibilità. È importante avere una buona idea, scrivere qualcosa di originale, ma è altrettanto importante renderlo nella forma corretta, linguisticamente, e anche al livello di editing.
Nella sezione fantasy son dovuto arrivare alla seconda pagina per trovare qualcosa che mi attirasse come idea, che fosse ben scritto e che rendesse la lettura agevole. Sono stato dapprima attirato dal titolo Grassa, di Tommi Lontano, ho dato un’occhiata alle prime righe: l’italiano era corretto e scorrevole. Ho pensato che si poteva fare. Ho scaricato il Pdf e non sono rimasto deluso. Ho terminato la lettura di 11 pagine in cinque o sei minuti. L’idea di Tommi è interessante, una donna grassa che adesca, con qualche potere sconosciuto, gli avventori di un bar, li porta a casa sua e… [spoiler]. Idea interessante, non al culmine dell’originalità, tuttavia resa bene dallo stile e dalla facile lettura del testo.

Un altro racconto dello stesso autore, questa volta nella sezione fantascienza, è L’inizio della fine. Il racconto ha ricevuto un solo giudizio, negativo (una stellina), e questo forse mi ha incuriosito ancora di più alla lettura. Anche qui, l’idea è interessante, anche se non fortissima. Un alieno mutaforma scende sulla Terra e pian piano prende possesso dei corpi di diversi animali, tra cui l’uomo. La narrazione è resa fluida, ancora una volta, grazie alle descrizioni semplici dei paesaggi e dei pochi personaggi che prendono parte alla vicenda. Sebbene ci sia qualche ingenuità da smussare credo che Tommi abbia tutto il potenziale per diventare un ottimo autore.
Un consiglio spassionato quindi che voglio dare a tutti gli autori del sito: caricate un file Pdf che sia leggibile agevolmente su un tablet, formattatelo in un A5 che non contenga più di 1800/2000 caratteri, spazi inclusi. Che il vostro racconto sia da buttare o un capolavoro, questa piccola accortezza renderà più facilmente leggibile (e giudicabile) la vostra opera e più appetibile per i lettori online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.