blog di Alberto Grandi
Articoli

San Valentino, la città e il libro più romantici3 min read

13 Febbraio 2016 3 min read

author:

San Valentino, la città e il libro più romantici3 min read

Reading Time: 3 minutesAfter-libro-anna-todd-1024x517
Secondo Amazon, Milano è la città più romantica d’Italia. Sono milanese e posso dire che di romantico questa città ha ben poco, però ha un pregio: non è scontata. Proprio perché è notoriamente grigia e fredda e un po’ bruttina, quando li si incontrano, i suoi tesori schiudendosi ci riempiono gli occhi di meraviglia.
Sappiamo quant’è romantico baciarsi in gondola a Venezia…
Sappiamo quanto è bello passeggiare mano nella mano in piazza di Spagna…
Sappiamo quanto possa essere romantica una cena in una trattoria napoletana con tovaglia a quadretti e luna piena sopra la testa, in perfetto stile Lilli e il vagabondo.
Di Milano sappiamo solo che in Galleria Vittorio Emanuele se ruoti col tacco sopra i testicoli del toro, raffigurato sul pavimento, la cosa ti porterà fortuna.
In realtà Milano può essere molto romantica. Dal parco Sempione a Piazza dei Mercanti, passando per i Navigli.
Non è un romanticismo da cartolina, certo…
Comunque, tornando alla classifica di Amazon, Milano è stata eletta più romantica semplicemente perché è la città dove si leggono – e comprano – più romanzi rosa. Ecco la classifica per intero:
Milano
Novara
Ancona
Verona
Livorno
Brescia
Trento
Firenze
Modena
Forlì
Amazon poi stila il podio dei romanzi d’amore più venduti nel 2015 in versione cartacea. Ebbene, non c’è da stupirsi se tutte e tre le prime posizioni sono coperte dai tre capitoli di After, la sega… cioè saga rosa di Amanda Tood sull’amore di una teenager per uno stronzetto sosia di Harry Styles degli one direction, per dovere di cronaca:
1) After, primo capitolo
2) After, terzo capitolo – Come mondi lontani
3) After, secondo capitolo – Un cuore in mille pezzi
Non avendo letto la saga non mi esprimo. Rimando alle recensioni che a suo tempo pubblicammo su Penne Matte.
Ecco i miei tre romanzi d’amore preferiti e che consiglio di leggere/rileggere/regalare per San Valentino:
Un amore, di Buzzati
L’amore vissuto come ossessione autodistruttiva, un percorso che però, guardandosi indietro, non si rimpiange di aver compiuto. Bello, intenso, in parte autobiografico, si svolge proprio a Milano.
buzzatiOK
L’insostenibile leggerezza dell’essere – Kundera
Non è un romanzo d’amore vero e proprio, però l’amore c’entra in questa storia di giovani scalcinati che si incontrano, si lasciano, si tradiscono e si rimettono insieme, o comunque è visto come l’unica avventura possibile a livello individuale in un mondo vittima del caos della storia.
lilde
I morti – Joyce
Di James Joyce ho letto tutto tranne il Finnegans Wake di cui mi sono sorbito solo certi estratti. Riguardo all’Ulisse non sono certo se si tratti di un grandissimo capolavoro, il romanzo cardine del Novecento o la pippa mentale cardine del Novecento. C’è così tanta grandezza e complessità in quell’opera che a volte me ne sfugge la poesia, il semplice afflato narrativo. Però di una cosa sono certo: un capolavoro Joyce l’ha sfornato ed è l’ultimo racconto lungo della raccolta Gente di Dublino (acquistabile anche separatamente), intitolato I morti. Settanta pagine dove si mette a confronto l’amore, la gelosia, l’erotismo di un marito per la moglie e il ricordo di quest’ultima per un ex fidanzato. Rapido e veloce da leggere, ma che rimane impresso per sempre.
morti
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.