blog di Alberto Grandi
Articoli

Chi ha scritto la peggior scena di sesso del 2015?2 min read

26 Novembre 2015 2 min read

author:

Chi ha scritto la peggior scena di sesso del 2015?2 min read

Reading Time: 2 minutes

articolo di Paolo Armelli su Wired.it
jong-bad-sex
Chiedete a qualsiasi scrittore quali siano i passaggi narrativi più difficili da mettere su carta e la risposta sarà unanime: le scene di sesso. Cinquanta sfumature a parte, gli incontri erotici sono lo spauracchio letterario per eccellenza, sempre lì in sospeso fra il rischio di una pornografia eccessivamente esplicita e quello di ingenuità troppo smaccate.
Lo sanno bene gli editor della rivista britannica Literary Review, che dal 1993 assegnano il Bad Sex in Fiction Award, il premio appunto dedicato alla scena di sesso peggio scritta nei libri usciti nell’ultimo anno.
L’obiettivo dei promotori è proprio quello “di attirare l’attenzione nella narrativa contemporanea su brani di natura sessuale scritti male, meccanicamente o in modo ridondante, e di scoraggiarli“. Fra i vincitori degli anni scorsi ci sono Tom Wolfe, Jonathan Little, John Updike (insignito dello speciale riconoscimento alla carriera) e nel 2014 Ben Okri.

La lista dei finalisti dell’edizione 2015 annovera come sempre nomi illustri, ma i due contendenti più quotati sono due. Da una parte troviamo Morrisey, il cantante già leader degli Smith, che con il suo List of the Lost segna il primo ingresso nella shortlist di un titolo della Penguin Classics, di solito collana molto raffinata.
Dall’altra c’è un mostro sacro della letteratura femminista anche in chiave erotica, Erica Jong, da poco tornata in libreria con Fear of Dying, sulle avventure di una donna over 50 (in Italia pubblicato da Bompiani col titolo inspiegabilmente lungo Donna felicemente sposata cerca uomo felicemente sposato).
Cos’hanno di tanto scandalosamente mal riuscito le scene erotiche di questi due scrittori? Il Guardian riporta in un apposito articolo i brani “incriminati” di tutti i finalisti: noi ci limitiamo a dire che Morrisey si lancia in intricate metafore che vedono protagoniste palle di neve, montagne russe e strane rotazioni, mentre Jong scomoda addirittura Adamo ed Eva. Chi vincerà il tanto temuto premio? L’annuncio non ci metterà molto a venire: appuntamento per il 1° dicembre.
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.