blog di Alberto Grandi
Articoli

"There" il thriller di Leonardo Patrignani, tra la vita e la morte2 min read

16 Giugno 2015 2 min read

author:

"There" il thriller di Leonardo Patrignani, tra la vita e la morte2 min read

Reading Time: 2 minutes

Distacco dal corpo, esperienze di pre-morte, amore, lutto, sono i temi del nuovo romanzo di Leonardo Patrignani, There (Mondadori) presentato al Mondadori Megastore di Piazza Duomo. L’autore già lo conosciamo per la sua trilogia young-adult Multiversum e come membro della giuria del contest #RaccontiDistopici. Se nella precedente prova narrativa Leonardo si era divertito a viaggiare con i suoi personaggi per gli universi paralleli, per l’ultimo romanzo si è documentato dando vita a una storia con forti basi scientifiche.
20150616_113423
Il romanzo, che potremmo definire una esplorazione in una zona estrema della nostra coscienza su cui si continua a dibattere e si hanno numerose testimonianze, cerca di tradurre in parole ciò che si prova durante le cosiddette NDE, Near Death Experience (esperienze ai confini con la morte). E si tratta di un compito narrativamente difficile in quanto chi ha vissuto questo tipo di esperienza, ha difficoltà a decodificarla in parole.
f6df06ae5f587157a036cdfd756eb1c9
Luce accecante che non abbaglia, stato di benessere psicofisico incredibile, quanti hanno vissuto queste situazioni, hanno usato concetti simili nel cercare di descriverle”, spiega Leonardo. “Ci sono madri che non volevano più ritornare alla vita, nemmeno pensando ai loro figli, tanto era il benessere cosmico che provavano. Anche molti atei hanno finito col parlare della pre-morte come di qualcosa vicina al paradiso”. L’autore precisa che non è credente e il suo punto di vista scettico, lo ha trasferito nella protagonista, Veronica, una ragazza di 19 anni che perde la madre durante uno scontro a fuoco scatenato da un folle, dentro una banca.
Le esperienze di pre-morte, che Leonardo ha ritradotto in un thriller paranormale appassionante con basi scientifiche, sono un fenomeno che transita in una zona di confine tra scienza e suggestione, tra anima e psiche e tra queste due sponde intercorre la trama. Patrignani compie un azzardo che possono fare solo i narratori, quindi chi racconta storie che non sono accadute, ma hanno la forza della verosimiglianza, e nel corso del libro fornisce una sua tesi.
La lettura diventa una sfida al lettore e alle sue certezze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.