blog di Alberto Grandi
Uncategorized

Vuoi recensire un'opera o intervistare un autore? Hai qualcosa di importante da dire a tutti gli utenti? Penne Matte è il tuo megafono4 min read

24 Febbraio 2015 4 min read

author:

Vuoi recensire un'opera o intervistare un autore? Hai qualcosa di importante da dire a tutti gli utenti? Penne Matte è il tuo megafono4 min read

Reading Time: 4 minutes

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Lo scopo di questo social è arcinoto: scrivere, leggere, commentare, conoscere. Direi che gli scrittori in Italia non mancano e il rischio che sta correndo Penne Matte è quello di rimanere una semplice vetrina in cui l’ego dell’autore possa specchiarsi. Dunque, perché il social non sia usato a senso unico ma diventi quel crocevia di lettura, scrittura e punti di vista che auspicavo, ho pensato di aprire a chi voglia sfruttarlo lo spazio dei post per scrivere recensioni, interviste o lanciare dibattiti. E ho pensato anche di cambiare la forma di socializzazione delle anteprime.
SCRIVI ALLA COMMUNITY: ACCEDI ALLA SLIDE
Penne Matte, come vi sarete resi conto, ha una sua sezione di post che vengono annunciati in home page sulla slide, e di seguito su Facebook, Google + e Twitter. Di solito mi sono sempre occupato io di questa parte del sito, postando news, annunciando contest, lanciando dibattiti, insomma pubblicando quei contenuti che mi parevano interessanti. Oggi mi piacerebbe che anche questa sezione fosse vostra, ovvero che la utilizzaste in senso giornalistico per:
pubblicare interviste (non a voi stessi, ma ad autori che hanno pubblicato la loro opera sul social e secondo voi meritano di essere conosciuti)
pubblicare recensioni (non delle vostre opere ma di autori che ritenete abbiano pubblicato un’opera che merita segnalazione e attenzione)
lanciare dibattiti: qui potete sbizzarrirvi. Pensate che Elena Ferrante, candidata allo Strega, non merita l’attenzione che sta ottenendo? Ditelo, scrivetelo, fatelo sapere alla community; pensate che il fantasy italiano sia meglio di quello inglese e avete gli argomenti per dimostrarlo? Ditelo, scrivetelo, fatelo sapere alla community; pensate che la fantascienza italiana debba pensare meno agli alieni e più al rapporto uomo/tecnologia? Ditelo, scrivetelo, fatelo sapere alla community; siete dei maestri della scudisciata su chiappa e pensate che il romanzo 50 sfumature sia la cosa più lontana dal BDSM? Ditelo, scrivetelo, fatelo sapere alla community.
I vostri scritti, una volta pubblicati su Penne Matte, non hanno alcun vincolo di copyright naturalmente, possono essere replicati sui vostri blog (e potete replicarli dai vostri blog su Penne Matte, va da sé) e oltre ad essere firmati col vostro nome e cognome rimanderanno via link ai vostri siti personali, così che Penne Matte possa essere punto di convergenza non solo di gente a cui piace la letteratura, ma di siti che si occupano di letteratura.
Per concludere, la sezione slide è più per chi vuole giocare a fare l’intellettuale, il critico letterario o il divulgatore di idee che per gli autori.
Come funziona?
Semplice: voi mi inviate via email (penne.matte@gmail.com) il vostro scritto, io lo leggerò e se sarà steso correttamente e privo di contenuti che possano ledere la sensibilità altrui (tranne, ovviamente, quella degli autori che criticherete) lo metterò online per promuoverlo automaticamente su Facebook, Twitter e Google +.
Lo scopo di ciò, torno a ripeterlo, è fare community, allargare l’utilizzo di questa piattaforma al dibattito culturale e non tenerlo ristretto al solo ombelico degli autori. Non bisogna postare solo la propria opera, ma parlare, stroncare, elogiare, analizzare, provocare… insomma, ci siamo capiti.
LE VOSTRE OPERE SUI SOCIAL
Come alcuni di voi avranno notato, nove volte su dieci, quando socializzo un’opera su Facebook, non mi limito a copiare e incollare il link, ma inserisco nel post tutte le doppie pagine dell’anteprima di modo che la stessa sia leggibile per intero.
Da oggi in poi, affiancherò i post dell’anteprima con un breve giudizio, una sorta di “Recensione dell’anteprima”; tale giudizio si baserà sui seguenti parametri:
Lunghezza: alcune volte le vostre anteprime non sfruttano lo spazio a disposizione per la lettura in cloud, ma giusto una pagina o due. Non va bene. Lo scopo del social è quello di dare un assaggio della vostra opera, ma un assaggio che sia sufficiente a farsene un’idea e decidere se proseguire la lettura scaricandola in pdf o comprandola su Amazon.
Forma: lo stile di un’opera si evince fin dalle sue prime pagine. Avete mai letto Viaggio al termine della notte di Luois Ferdinand Céline o Il giovane Holden di JD Salinger o L’Adalgisa di Gadda? Il grande talento stilistico di questi maestri della letteratura si mostra fin dalle prime righe perché lo stile è voce e la voce accompagna l’opera dall’inizio alla fine, dal primo vagito all’ultimo respiro. Insomma, vediamo se sapete cantare in 10 pagine!
Contenuto: il contenuto è l’esposizione dei fatti, l’organizzazione della trama, insomma che cosa dice un’opera e non come lo dice. Verrà valutata la chiarezza, l’ordine in cui i fatti vengono dispiegati al lettore e il senso di aspettativa che sono capaci di generare nelle 10 pagine dell’anteprima.
Conclusioni: al termine dell’analisi (davvero brevi perché verranno svolte all’interno del post di Facebook) trarrò un giudizio finale ma non definitivo – dato che non bastano dieci pagine per dire se un libro è bello o brutto (le prime dieci pagine dell’Ulisse sono come le prime dieci pagine del ricettario di Nonna Papera sotto Lsd) – che fornirà input agli utenti per invogliarli o meno alla prosecuzione dell’opera.
Per inviarmi le vostre interviste, i vostri punti di vista, qualsiasi cosa vogliate postare pubblicamente sul blog o comunicarmi privatamente, la email è:
penne.matte@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.