blog di Alberto Grandi
Articoli

Il destino di un’opera è già scritto nel suo incipit?1 min read

13 Settembre 2014 2 min read

author:

Il destino di un’opera è già scritto nel suo incipit?1 min read

Reading Time: 2 minutes

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Senza un buon inizio non si arriva da nessuna parte. L’incipit è fondamentale in un racconto come in un romanzo perché se parti male, difficilmente il lettore ti seguirà. Soprattutto di questi tempi, in cui le nuove tecnologie hanno modificato la percezione del tempo e la velocità di fruizione di qualsiasi genere di intrattenimento, e ci hanno reso più impazienti, esigenti  nell’avere ciò che vogliamo nel minor tempo possibile. Ora, non sono sicuro di sapere come si traduca questa esigenza in letteratura, però penso che mai come oggi scrivere rapido, in modo sintetico e immediato, si è rivelato un elemento fondamentale per un successo editoriale.
Qui di seguito trovate la prima pagina delle cinque opere attualmente in gara al contest di Wired e Penne Matte (hashtag #fantasycontestpennematte). Che ne pensate? Gli autori come si sono giocati la prima pagina? Hanno catturato la vostra attenzione? Provate l’esigenza di spingervi oltre, cioè leggere anche le seguenti?
Cliccate, leggete e votate.

Fabio Brusa
Globligeddon

Giacomo Bellucci
la stanza
Andrea Micalone
re
 Dino De Angelis
Black City
 
Leandro Brucia
macchie solari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prime o terze parti che memorizzano i (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (technical cookies), per generare rapporti sulla navigazione (statistics cookies). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.