Marko D'Abbruzzi
Follower7


Noi e loro

Una invasione, l'inizio di una guerra, noi... contro loro

scarica l'opera completa

Pdf Opera

ALTRI RACCONTI DELL'AUTORE

Il Tempo degli Umani
views 626 | comments 0
Le Cronache di Ansorac
views 856 | comments 1
GUARDALI TUTTI
Noi e loro Chiudi

Noi e loro

racconto Fantascienza

Loading pages...

PAROLE CHIAVE

LA TUA OPINIONE

3 votes, average: 4,00 out of 53 votes, average: 4,00 out of 53 votes, average: 4,00 out of 53 votes, average: 4,00 out of 53 votes, average: 4,00 out of 5 (3 voti, media: 4,00 di 5)
È necessario essere un utente registrato per votare.
Loading ... Loading ...

Lascia una risposta

5 pensieri su “Noi e loro

  1. Emanuele Martini

    L’idea è la stessa del racconto Sentinella di Brown e seppure nota è ben realizzata (meglio che nel racconto di riferimento per molti versi).
    Le tecnologie usate per l’invasione, con il loro detto non detto, allertano il lettore preparato al colpo di scena che porta volentieri a terminare la lettura per trovare conferma della sua teoria.
    In qualche punto il testo forse andrebbe potato, ma forse è semplicemente mio gusto personale.
    Faccio un esempio su tutti: (..) aria [venefica per il loro organismo].
    Stai già parlando dal punto di vista del protagonista, secondo me non c’è bisogno del pezzo tra le quadre, ma magari mi sbaglio io; in generale comunque, come sono scritti, i periodi non sono scorretti, solo rivedibili.
    Il finale (per finire il commento .-) ) è molto ben scritto ma toglierei l’ultimo periodo.
    Fa un effetto un po’ strano che il protagonista capisca esattamente le parole di una lingua straniera, addirittura dove finiscono e dove iniziano.
    Se proprio gli alieni devono avere una lingua fonetica e se proprio deve cadere nello in uno spettro acustico udibile dagli scienziati, opterei per una scrittura del genere: leggibile mascoretta quome quella di chi drascrive gnuna linga nniuota.
    Comunque bel racconto, ti ho dato 4 stelle.

  2. tommi.lontano@gmail.com

    Beh, che dire, complimenti. A me è piaciuto molto. Il finale arriva in modo brusco. Uno non se lo aspetta e quindi riceve un piccolo trauma e penso sia l’effetto giusto per un racconto del genere. Complimenti!