News di Penne Matte

#noiumani: anticipazioni sull’antologia sci-fi

Come sapete, lo scopo del concorso #noiumani era quello di selezionare un certo numero di racconti per creare un’antologia da pubblicare in formato digitale e cartaceo. I lavori stanno procedendo. I racconti sono stati selezionati ed editati. A breve il materiale verrà riunito e impaginato e infine reso disponibile al pubblico. Quando esattamente e a […]

penne.matte@gmail.com

Cicatrice di Sara Mesa – recensione

Qual è il rischio più grande che corrono un ragazzo e una ragazza nell’era della tecnologia digitale, dei big data, della comunicazione a distanza e del dating online? Quella di un amore fittizio. Una relazione costruita sulla base di email, sms, di pura immagine: quella che offriamo di noi stessi e quella che di noi […]

grandi.albe@gmail.com

Libri da leggere a San Valentino

Lolita – Vladimir Nabokov Il lato oscuro dell’amore. Humbert Humbert, un uomo colto e maturo giunge in America dall’Europa e s’innamora della figlia adolescente di una vedova. La cronistoria di una passione distruttiva. Raccontata con una lingua ricercata e arguta. Secondo alcuni, Lolita non è il capolavoro che si dice. Eugenio Montale diceva che l’autore, […]

penne.matte@gmail.com

Scrivere, un lavoro da 500 parole al giorno

Recentemente sono stato a un corso di scrittura creativa, tenuto, tra gli altri, da Federico Baccomo meglio conosciuto come Duchesne, autore di vari romanzi tra cui Studio illegale poi divenuto film con Fabio Volo. Nel parlare del mestiere di scrivere, Baccomo ha detto due cose importanti: bisogna scrivere sempre se si vuole scrivere un romanzo […]

grandi.albe@gmail.com

Lasceremo che un avatar balli al posto nostro?

Introduzione alla raccolta di racconti di fantascienza Noi Umani, di prossima pubblicazione Che cos’è la fantascienza oggi?    Difficile dare una definizione. Il solo termine “fantascienza” evoca nella mia mente immagini di navi spaziali, invasioni aliene e viaggi nel tempo. Ma la mia è una mente nata nel 1973, e si è formata in epoca […]

grandi.albe@gmail.com

Romanzo e racconto: lunghezza in cartelle e parole

La lunghezza di un testo e il suo conseguente inserimento nelle categorie di romanzo e racconto, è una materia discussa. Di solito per lunghezza si intende numero di parole ma può capitare che si parli anche di cartelle editoriali. La cartella, come metro di misura, è fuorviante, però, alcuni ritengono che conti 1800 battute, altri […]

penne.matte@gmail.com

L’accento

L’accento può essere grave o acuto. Le vocali a, i, o, u si scrivono sempre con l’accento grave (à, ì, ò, ù) mentre la vocale e può essere chiusa (accento acuto: é) o aperta (accento grave: è). In generale, hanno l’accento acuto la parola né, i composti di che (perché, affinché), di tre (ventitré), di […]

penne.matte@gmail.com

Come usare i punti di sospensione

Di norma, la punteggiatura va sempre attaccata alla parola che la precede e staccata da quella che la segue. Questa è una regola che vale la pena ripetere nel caso dei punti di sospensione. I punti di sospensione indicano un’interruzione nella lettura, una frattura all’interno di un ragionamento o di una descrizione e quindi l’effetto è quello […]

penne.matte@gmail.com

Numeri in narrativa: cifre o lettere?

Numeri: in che modo vengono inseriti in un testo narrativo? Anche qui, come nel caso delle virgolette, dipende molto dalla singola casa editrice e dalla sua rigorosità. Prendiamo le unità di misura di peso, lunghezza, superficie ecc. In un testo letterario, di solito, scriveremo simboli e numeri per esteso. Quindi non “5 m”, ma “cinque metri”. Teniamo […]

penne.matte@gmail.com

I segreti di un titolo perfetto

Il titolo di un romanzo è importante perché ne può determinare la fortuna editoriale. E non si tratta solo di un’esca per avvincere il lettore. Alcuni titoli possono essere così pregnanti e densi di significato da condizionare in parte la lettura di un’opera in un modo piuttosto che in un altro. Lo sapevate che Kundera […]

penne.matte@gmail.com

Gli scrittori sono tutti un po’ guardoni?

Forse sì, se consideriamo che l’arte del narrare significa guardare (e guardarsi) meglio. Operare una sorta di focalizzazione sulla realtà. Prendiamo i racconti di Carver. L’immagine è tutto e la prosa, così minimalista (lui preferiva il termine “precisionista”), tesa a catturare la realtà per quello che è, nella sua nuda semplicità, senza espressionismi, senza aggiunte né […]

grandi.albe@gmail.com

Motel Voyeur di Gay Talese – recensione

articolo di Rosa Maiuccaro per Wired.it Tra i libri che inaugurano il 2017 letterario spicca Motel Voyeur e non solo perché l’autore è Gay Talese, tra i padri del New Journalism insieme a scrittori iconici del calibro di Tom Wolfe, Norman Mailer e Truman Capote. A solleticare la curiosità dell’ex firma del New York Times […]

grandi.albe@gmail.com

Cicatrici di Juan José Saer – recensione

Juan José Saer, autore argentino, vissuto, come molti suoi colleghi conterranei a Parigi, dov’è morto nel 2005, è considerato uno dei più importanti romanzieri sudamericani della seconda metà del secolo scorso. Mi sono imbattuto in questo autore durante una breve vacanza a Venezia dove, dopo aver girovagato senza meta per la città lagunare, tra ponti, calli […]

grandi.albe@gmail.com

Chi era Zygmunt Bauman

È stato forse il pensatore – filosofo o sociologo, poco importa in questo senso – che ha meglio interpretato il caos che ci circonda e il disorientamento che viviamo. La temperie di passaggio, lunga e inquietante, in cui siamo immersi. Specialmente con la fortunata serie di saggi, da Modernità liquida del 2000 in poi, che […]

penne.matte@gmail.com

Vota il tuo romanzo distopico preferito

Eccone 14 che, in modi diversi, hanno ben rappresentato il genere distopico. Si va dai young adult come Hunger Games e Divergent ai romanzi che trattano tematiche sociali come La ragazza meccanica fino a sconfinare nel destino della specie, affrontato ne Il pianeta delle scimmie. I titoli che mancano sono tanti. Liberissimo di aggiungerli. Tra questi, […]

penne.matte@gmail.com