Tra narrativa e architettura, l’impalcatura della storia